Origini stile Bagua Zhang 八卦掌

Il Pa Kwa (nella pronuncia coreana) o Bagua Zhang 八卦掌 è uno dei più importanti stili tradizionali del Kung Fu. Originato e radicato nel principio Taoista, il Bagua è definito sia uno stile interno che esterno, per le sue peculiarità che ne associano entrambe le caratteristiche.

 

Letteralmente tradotto significa “Palmo degli otto Trigrammi” ed è su questo concetto che il praticante cerca di rappresentare, tramite l’esercizio, il principio del mutamento degli opposti Yin e Yang e tutte le varie combinazioni che essi subiscono, come descritto nella sezione gradi e cinture a cui si ispira la gradazione cromatica nell’avanzamento del programma.

taoism.jpg

Non c'è giorno a cui non segua la notte, non c'è notte senza alba, né gioia imperitura, né dolore infinito.

Le origini del Bagua Zhang sono piuttosto caotiche e, fuorché alcuni antichi documenti storici, la nascita di questo stile è intrisa di leggenda.

Si associa la creazione al Maestro Dong Hai Chuan che, se non fosse stato il creatore, ha comunque dato un importante spinta alla sua diffusione.

 

Alcuni documenti descrivono come il Maestro Dong, Hai-Chuan abbia appreso l'arte del Bagua Zhang tramite un taoista di nome Dong Meng-Lin sulla montagna Jiu Hua, nella provincia di An Hui, ma non è purtroppo dimostrabile.

Questo Taoista a cui si rifanno i racconti era chiamato anche “Huang Guan Dao Ren” (Il taoista dal mantello giallo) e nella comunità dell'epoca alcuni lo nominavano “Bi Deng Xia” (Cavalleria della lampada blu) o “Bi Cheng Xia” (Cavalleria azzurra) e si narra che insegnò il Baguazhang a tre discepoli: Dong Hai-Chuan, Li Zhen-Qing e Ma Yun-Cheng (Bi Yue-Xia).

 

Tra questi tre, Dong, Hai-Chuan fornisce la documentazione storica più completa e attendibile.

DongHaiChuan.jpg

Dong Hai Chuan 董海川 (1813? – 1882)

Vissuto nella provincia dello Hei Bei durante la dinastia Qing, nasce a Zhujiawucun, nella zona di Wen'an nel 1813 per alcuni, per altri nel 1797.

Nel 1866, dopo che Dong Hai Chuan insegnò a Pechino, il Bagua Zhang cominciò a diffondersi rapidamente anche in altre regioni della Cina contribuendo a far conoscere anche i suoi principi fisici e le sue teorie sul combattimento.

Il Bagua Zhang mostra l’utilizzo dei palmi nel combattimento, caratteristica principale di questo stile.

Oltre al palmo aperto, questo stile utilizza metodi come spingere, prendere, portare, togliere, piegarsi, oscillare, parare, afferrare, agganciare, colpire di pugno, chiudere, penetrare, bucare e puntare.

 

I movimenti del Bagua Zhang devono avere le caratteristiche del “muoversi come un drago, cambiare direzioni come una scimmia, cambiare i movimenti come un’aquila e restare tranquilli come una tigre”.

Il Bagua Zhang utilizza movimenti tranquilli per sconfiggere movimenti nervosi tramite la difesa elusiva.

 

Lo stile che arriva fino alla nostra scuola fa parte del Lignaggio del maestro Lu Shui Tien 鹿水田 (1894-1978), che deriva da 2 rami principali e paralleli nel tempo, ma che partono entrambi dalla figura comune di due allievi di Dong Hai Chuan.

 

Verranno indicati con i numeri 1 (primo ramo) e 2 (secondo ramo).

Abile maestro di uno stile di Tai Chi da lui creato con l’ausilio del Maestro Wang Lan Ting, apprese da quest’ultimo l’arte del Bagua Zhang.

Ritroviamo Li Wan Dong e Wang Lan Ting anche nella genealogia del Tai Chi e non a caso nello stile di Tai Chi praticato si denota una forte influenza del Bagua Zhang.

Tuttavia era frequente che molti maestri praticassero più stili di Kung Fu e ai loro allievi venivano tramandati in modo distinto dando origine dunque a due diramazioni nelle discipline nostro lignaggio.

 

Wan Lan Ting fu diretto allievo di Dong Hai Chuan, il presunto fondatore di questo stile di Kung Fu, tuttavia il suo nome viene di rado nominato. Le fonti storiche che combaciano con le discendenze di Wang Lan Ting, però confermano questo lignaggio menzionandolo tra gli allievi di Dong Hai Chuan. Questo è plausibile poiché solo gli allievi più meritevoli e che sono rimasti più tempo con Dong Hai Chuan sono stati resi celebri come discendenti diretti.

In tempi recenti, gli allievi coreani del maestro Lu Shui Tien, viaggiarono fino a Pechino e condussero delle ricerche tramite l'Associazione Cinese di Arti Marziali e qui ritrovarono il nome di un tale Li Wang Dong dello stile Bagua Zhang. Nei documenti raccolti si leggeva che il  discepolo di Li Wang Dong in questo stile era Li Ching Wu, che in pronuncia coreana diviene Lee Gyeong-ho, nome che coincide coi racconti del maestro Lu Shui Tien.

LI Ching Wu così ha imparato le Arti Marziali e, un’altra testimonianza di questoLignaggio, è stata confermata tramite da un’epigrafe tombale che riportava il nome di Li Wang Dong nel luogo indicato come il luogo di morte del maestro di Li Ching Wu, ovvero a Yantai, nella provincia di Shandong.

none.jpg

Li Wan Dong  李万东 (1860-1910) -1

lee%20gyeong%20ho%20pakwa_edited.jpg

Li Ching Wu 李庆武  (1849 – 1911) -1

Conosciuto come Lee Gyeong-ho 이경호, come nella migliore tradizione taoista, seguiva una severissima selezione degli studenti, tant’è che ne aveva solo dieci Tra i quali spicca il nome di Lu Shui Tien. 

Come era consuetudine egli insegnava su “prescrizione” ossia a seconda della corporatura, dell’altezza, del carattere dell’allievo, personalizzando quindi al massimo l’insegnamento su caratteristiche fisiche, psicologiche e attitudinali privilegiando tecniche e forme di tipo lineare combinandole poi sulla camminata in cerchio, esercizio basilare di questo stile.

Purtroppo Li Ching Wu morì improvvisamente.

Facciamo un salto indietro nel tempo e percorriamo l’altro ramo del lignaggio di Bagua Zhang del maestro Lu Shui Tien.

Yin Fu è nato nel 1840 nel villaggio Chanhuaicun della area amministrativa di Jixian, in Hebei. Si trasferì a vivere a Pechino, appena fuori di Zhaoyangmen. Inizialmente si guadagnò da vivere prima come cucitore e poi si dice come venditore di frittelle.

Dal 1860 diviene allievo di Dong Haichuan e viene inviato con lui a fare l'esattore delle tasse in Mongolia. Per molti autori è in questo periodo che Yin Fu apprende il Bagua Zhang e alcuni addirittura sostengono che Dong Haichuan creò lo stile assieme al suo discepolo Yin Fu, ma questo è inattendibile.

Quando Dong Haichuan andò in pensione, Yin Fu prese il suo posto come supervisore delle Guardie Imperiali e lavorò nella Città Proibita.

Nel 1900, durante la repressione della Rivolta dei Boxer e l'invasione di Pechino da parte delle forze alleate occidentali degli otto stati, Yin Fu diresse la fuga di Cixi, l'Imperatrice Vedova, dalla capitale a Xian.

Si specializzò in questa pratica tanto da dare origine a una variante dello Bagua Zhang. Lo stile da lui creato è caratterizzato dall'utilizzo del Palmo a Lingua di Bue 牛舌掌, Niushe Zhang ed è anche detto Dongcheng Zhang 东城掌, cioè Palmo della Città ad Est, per sottolineare che Yin viveva in questa parte della città.

Suo Genero He Jinkui, imparò da lui il Bagua zhang, poi, Yin morì a 69 anni di età, il 28 giugno del 1909.

Yin_Fu.jpg

Yin Fu 尹福 (1841 – 1909) -2

hi%20jin%20kui_edited.jpg

He Jinkui 何金奎 (1860-?) -2

Allievo e genero di Yin Fu, He Jinkui fu conosciuto anche come He Chin Kuei 헤친 쿠 에이a causa della pronuncia coreana.

Essendo allievo di Yin Fu la sua discendenza è diretta con Dong Hai chuan, ovvero la prima fonte attendibile di questo stile.

He Jinkui fu il secondo maestro di Bagua di Lu Shui Tien, poiché il precedente maestro Li Ching Wu morì improvvisamente.

In corea era conosciuto come il maestro No Su Jeon 노수전, comunemente, Il gran maestro Lu Shui Tien.

Nacque nel 1894 a Ching Tao nella provincia dello Shandong, città del nord della Cina.

 

Da giovane come tanti altri a quel tempo studiò quello che era definito “lo stile del contadino”, riferendosi cioè uno dei centinaia di metodi di combattimento di “stile famigliare” praticati dagli abitanti di villaggi remoti, utilizzati per difendersi dai soprusi dei banditi e dei briganti, poiché al tempo della dinastia Ch’ing la protezione della polizia era assicurata solo nelle grandi città.

 

Dopo averlo praticato per qualche anno, Lu Shui Tien volle approfondire le sue conoscenze nelle Arti Marziali.

A quel tempo in Cina, era convinzione comune che uno dei migliori metodi di combattimento fosse proprio il Bagua Zhang, in quanto utilizzato dalle guardie del corpo imperiali all’interno della città proibita di pechino, così si mise alla ricerca di un buon maestro in questo stile, venendo a conoscenza che un rinomato insegnante risiedeva in un paese a due giorni di cavallo dal suo.

 

Ancora adolescente partì e conobbe Li Ching Wu 李庆武  (1864 – 1910 ?) E ne divenne allievo.

Dopo la morte del suo maestro, cercò un altro maestro di Bagua Zhang e cominciò a studiare con He Jinkui 何金奎 (1860-1940?) genero e allievo di Yin Fu 尹福 (1841 – 1909).

lu shui tien.png

Lu Shui Tien 鹿水田 (1894-1978)

funerali lu shui tien.jpg

Lu Shui Tien, porto’ il Bagua Zhang in Corea quando vi si trasferì con la famiglia durante la guerra cino-giapponese.

Fu un militante della guerriglia e uccise molti giapponesi muovendosi con una squadra, esperti di Arti Marziali che di giorno si nascondevano sulle montagne e di notte si infiltravano negli accampamenti.

Poiché le loro operazioni dovevano rimanere nascoste, il gruppo eliminava i soldati giapponesi senza l’aiuto di armi da fuoco potendo entrare ed uscire dai campi senza essere notati.

 

Lu Shui Tien diventò talmente famoso per la sua abilità che i giapponesi posero una taglia sulla sua testa. Alla luce di questo, fu troppo pericoloso per lui rimanere in Cina, cosi si imbarcò da Ching Tao e attraversò il Mar Giallo per trovare un luogo sicuro a Incheon, in Corea.

Incheon 인천 광역시 era un grande porto commerciale e un punto di sbarco per molte navi cinesi. Quando Lu ritenne che la situazione in Cina fu ormai tranquilla per lui, volle tornarvi per continuare a combattere i giapponesi.

Durante uno di questi viaggi, la moglie rimase uccisa mentre fuggiva a cavallo dalle truppe nipponiche, così, Lu Shui Tien lasciò il paese partendo ancora una volta per la Corea per non tornare mai più.

Si trasferì’ nella più grande Chinatown di inchino con i suoi due bambini, una figlia e un figlio.

Fuggì assieme a un fidato amico coreano di nome Shin Kil Wu e fu proprio questo stretto legame di amicizia che fece si che Lu Shui Tien accetto il figlio di Shin Kil Wu come allievo, il quale li venne affidato quando era ancora piccolo.

 

Dall’età di 6 anni, Shin Myoung Sik 신명식 (1943-2016), figlio di Shin Kil Wu, visse sotto la guida del maestro Lu Shui Tien potendo imparare tutto ciò che sapeva.
 

Lu Shui Tien morì nel 1978 all’età di 84 anni poiché avvelenato dalle esalazioni di una stufa a gas mentre dormiva, nel riquadro la foto dei funerali.

Oggi a Pechino, il nome di Lu Shui Tien e della discendenza Coreana del Bagua Zhang sono incisi su di una stele commemorativa, posta dov’è sepolto il fondatore Dong Hai Chuan.