top of page
  • Immagine del redattoreKungfu & Taichi

“Un mondo, un respiro”

Il “World Tai Chi & Qigong Day”, la Giornata mondiale del Tai Chi e Qigong, si svolge ogni anno alle ore 10 locali dell’ultimo sabato di aprile, ormai dal 1999. La giornata fu ideata dal Maestro Hwa già nel 1977 negli Stati Uniti, ma la prima esibizione pubblica vera e propria fu organizzata dal “Kansas City Tai Chi Club” alla presenza di circa 200 partecipanti. Attualmente, l’evento si svolge in centinaia di città distribuite su circa 80 nazioni e la giornata è stata ufficialmente riconosciuta dall’Organizzazione mondiale della sanità delle Nazioni Unite. Durante la Giornata, maestri e scuole offrono lezioni ed esibizioni gratuite e aperte al pubblico di Tai Chi e Qigong. Gli eventi iniziano in Nuova Zelanda e terminano circa 24 ore dopo alle Hawaii.

Lo scopo dell’evento è quello di promuovere la pratica del Tai Chi e Qi Gong per donare al mondo salute, energia, benessere e ricchezza interiore. La medicina tradizionale cinese le annovera tra le sue pratiche terapeutiche e le applica nel mondo dell’educazione, della riabilitazione, nel recupero delle energie e risorse umane. Gli organizzatori vogliono, inoltre, “offrire una visione di cooperazione globale per scopi salutari e benefici e stimolare le persone alla conoscenza delle diverse culture e delle rispettive saggezze”.



La storia-leggenda di Zhang San Feng.


Con la "Giornata mondiale del Tai Chi e Qi Gong" si ricorda l’anniversario di nascita di Zhang San Feng, un monaco taoista esperto di arti marziali, dell'Alchimia Interna e di Medicina tradizionale cinese. Figura tra storia e leggenda, è ritenuto da molti il fondatore del Tai Chi Chuan. Nato in un aprile del tredicesimo secolo, secondo alcune fonti visse per oltre duecento anni, secondo altre divenne addirittura immortale.

La leggenda narra che Zhang San Feng entrò da bambino nel monastero buddhista di Shaolin, per poi uscirne a quindici anni. Incontrò l'immortale divino Drago di Fuoco che gli insegnò l'arte taoista di raccogliere, coltivare e far circolare il soffio vitale.

Un giorno, mentre osservava una gru e un serpente combattere ferocemente, fu ammaliato da come il serpente rispondesse in maniera fluida, sinuosa ed efficace agli attacchi veloci ed esplosivi della gru ed ebbe l’idea di sfruttare queste caratteristiche morbide, per dar vita a uno stile marziale che le rispecchiasse.

Per caso, un giorno osservò delle foglie venire sollevate in una spirale dal vento e, guardando in cielo, notò delle nuvole vorticose intorno ai picchi delle montagne del Wudang. In quel momento gli fu chiaro che doveva puntare alla forza del Tao - e non alle capacità degli uomini e degli animali - per realizzare un'arte marziale che dissolvesse, dirottasse e assorbisse le forze opposte, senza tentare di sottometterle e conquistarle.


Di generazione in generazione, il Tai Chi si sviluppò e perfezionò fino ad arrivare ai giorni nostri sotto forma di vari stili siti in diverse scuole, tra cui la nostra, caratterizzati ciascuno da piccole differenze, ma facenti parte di una stessa e antica conoscenza.



L'ultima settimana di aprile

La scelta dell'ultimo fine settimana di aprile per celebrare il “World Tai Chi & Qigong Day” e Zhang San Feng è un adattamento occidentale alla data stabilita in origine. In Cina si usa, infatti, un calendario che fissa le date degli eventi a scadenze legate alle fasi lunari, cioè a plenilunio e novilunio. Per questo motivo varia anche la giornata in cui si celebra Zhang San Feng che, tradizionalmente, viene festeggiato il nono giorno dopo la quarta luna dell'anno.

Il 29 aprile 2023, la nostra scuola parteciperà al “World Tai Chi & Qigong Day” per il terzo anno, insieme alle altre scuole di Udine e dintorni.


Ti aspettiamo!



In caso di pioggia l'evento sarà annullato.


75 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page